Rapporto ASviS 2023 su sviluppo sostenibile

20/10/2023

​A metà del percorso dell'Agenda 2030 i progressi sono “decisamente insufficienti". Cresce la consapevolezza degli italiani sulla sostenibilità, ma anche lo scetticismo. L'ASviS propone 13 linee di intervento per cambiare rotta. 

“Il 2023 è un anno speciale per il percorso cominciato con l'adozione dell'Agenda 2030: siamo a metà strada e la meta è ormai in vista". Così Marcella Mallen e Pierluigi Stefanini, presidenti dell'ASviS, aprono la nuova edizione del Rapporto annuale dell'Alleanza “L'Italia e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile", che fa il punto sull'avanzamento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) a livello nazionale ed europeo, oltre a offrire una panoramica globale.  

Dal Rapporto, presentato il 19 ottobre in un evento a cui è stata conferita la Medaglia del Presidente della Repubblica, emergono da un lato i passi in avanti compiuti rispetto al 2015, anche grazie al costante impegno dell'ASviS: tra gli obiettivi raggiunti, non si può non ricordare la storica riforma della Costituzione, con l'inclusione dei principi di tutela dell'ambiente anche nell'interesse delle future generazioni. Dall'altro lato, però, c'è la “dura realtà" per la quale siamo lontani dal conseguire gli Obiettivi dell'Agenda 2030 e non siamo sul 'sentiero giusto'.

Novità di quest'anno, la possibilità di visionare per la prima volta alcuni contenuti chiave del Rapporto su una pagina dedicata del sito asvis.it, con infografiche interattive, card facilmente divulgabili per raccontare i dati, possibilità di esplorare ciascun Obiettivo attraverso contenuti testuali e multimediali, e molto altro. Inoltre, il volume è accompagnato, come l'anno scorso, da una “Guida" per facilitare il reperimento di materiali e argomenti all'interno di questo vasto documento, orientando lettori e lettrici attraverso politiche, dati e approfondimenti. 


Come siamo messi in Italia?

I progressi nel nostro Paese sono “decisamente insufficienti", e lo dimostrano i dati provenienti dagli indicatori compositi elaborati dall'Alleanza. Sei dei 17 SDGs nel nostro Paese sono peggiorati rispetto al 2010: parliamo di povertà (Goal 1), sistemi idrici e sociosanitari (Goal 6), qualità degli ecosistemi terrestri e marini (Goal 14 e 15), governance (Goal 16) e partnership (Goal 17). Tre si dimostrano sostanzialmente stabili: cibo (Goal 2), disuguaglianze (Goal 10) e città sostenibili (Goal 11). Sei registrano miglioramenti molto contenuti: istruzione (Goal 4), parità di genere (Goal 5), energia rinnovabile (Goal 7), lavoro dignitoso (Goal 8), innovazione e infrastrutture (Goal 9), lotta al cambiamento climatico (Goal 13). Infine, due Obiettivi (salute, Goal 3, ed economia circolare, Goal 12) mostrano segnali più incoraggianti. Per nove Obiettivi sui 14 per cui sono disponibili dati, le disuguaglianze tra Regioni sono in aumento.

Come ricorda il direttore scientifico dell'ASviS Enrico Giovannini nel documento di sintesi, questi dati corrispondono a una condizione nazionale critica. Dal punto di vista sociale “quasi due milioni di famiglie, al cui interno vivono 1,4 milioni di minori, sono in condizione di povertà assoluta; le disuguaglianze tra ricchi e poveri sono in crescita e quasi cinque milioni di giovani 18-34enni (quasi uno su due) presentano almeno un segnale di deprivazione; la spesa pubblica sanitaria e per l'istruzione è nettamente inferiore a quella europea; l'abbandono scolastico è pari all'11,5% e tocca il 36,5% tra i ragazzi stranieri; la disoccupazione giovanile è superiore al 20% e 1,7 milioni di giovani non studiano e non lavorano (Neet); le disuguaglianze di genere sono ancora forti e si registrano inaccettabili violenze nei confronti delle donne". Ma anche sul fronte ambientale la situazione non migliora: “In Italia si registra il 42% di perdite dei sistemi idrici e solo il 21,7% delle aree terrestri e il 6,9% di quelle marine sono protette". Sul lato economico “rimane forte la componente del lavoro irregolare (tre milioni di unità)", ma migliora l'economia circolare e cresce il tasso di innovazione (anche se molte imprese mostrano resistenze a investire sulle trasformazioni digitale ed ecologica, e più in generale sulla sostenibilità).


Gli Obiettivi di sviluppo sostenibile in Europa

Oltre all'usuale capitolo dedicato alle politiche europee, anche quest'anno l'ASviS ha analizzato i progressi degli SDGs a livello europeo. L'Ue presenta, dal 2010 a oggi, progressi per gran parte dei Goal. Però, come ricorda Giovannini, si tratta di miglioramenti contenuti". Se si prende come riferimento il 2015 (anno di approvazione dell'Agenda 2030), la maggior parte dei Goal presenta progressi lievi, fatta eccezione per i Goal 5 e 8, che registrano miglioramenti superiori al 5% tra il 2015 e il 2020. Solo il Goal 15 peggiora, mentre i Goal 11 e 17 rimangono sostanzialmente stabili. L'Italia, messa in relazione con gli altri Paesi Ue, si trova spesso nella metà bassa della classifica. 


Le proposte dell'ASviS per le politiche “trasformative"

“Per recuperare il terreno perduto è indispensabile adottare un approccio politico e culturale che consideri la sostenibilità il fulcro di tutte le scelte, pubbliche e private – sostiene il presidente dell'ASviS, Pierluigi Stefanini.  

“Alla constatazione che l'Italia procede a rilento sul cammino dello sviluppo sostenibile non deve corrispondere un sentimento di disfattismo. È ancora possibile cambiare passo, consolidando la crescente consapevolezza dell'opinione pubblica, delle imprese e delle amministrazioni pubbliche sul fatto che, nonostante i negazionisti, la scelta della sostenibilità conviene tanto dal punto di vista sociale e ambientale, quanto da quello economico – dichiara la presidente dell'ASviS, Marcella Mallen.

Dunque, solo con un profondo cambiamento delle politiche pubbliche è possibile invertire la rotta per permettere al Paese di arrivare preparato al 2030. Per questo l'Alleanza ha realizzato delle proposte per politiche “trasformative". Alcune implicano risorse finanziarie significative, altre sono a “costo zero" o quasi. In estrema sintesi, le azioni riguardano 13 linee di intervento:

  • contrastare la povertà, la precarietà e il lavoro povero, assicurare l'assistenza agli anziani non autosufficienti, redistribuire il carico fiscale per ridurre le disuguaglianze, gestire i flussi migratori e promuovere l'integrazione degli immigrati;

  • accelerare l'innovazione tecnologica, organizzativa e sociale del settore agricolo, potenziare la responsabilità sociale delle aziende agricole;

  • ottimizzare le risorse e l'organizzazione dei servizi sanitari, mitigare l'impatto della crisi climatica sulla salute, combattere il disagio psichico, le dipendenze e la violenza familiare e sociale;

  • migliorare la qualità degli apprendimenti, contrastare la dispersione, assicurare l'inclusione, potenziare i servizi per l'infanzia, educare allo sviluppo sostenibile e alla cittadinanza globale;

  • aumentare l'occupazione femminile, assicurare servizi e condivisione del lavoro di cura, prevenire e combattere le discriminazioni multiple;

  • mettere la protezione e il ripristino della natura al centro delle politiche, rispettare gli accordi internazionali in materia, assicurare la tutela e la gestione sostenibile degli ecosistemi;

  • aumentare al massimo la produzione di energia elettrica rinnovabile e rendere più ambizioso il Pniec;

  • ridurre la fragilità sul mercato del lavoro di donne, giovani e immigrati, potenziare le politiche attive e migliorare le condizioni di lavoro;

  • investire in infrastrutture sostenibili, orientare il sistema produttivo verso l'Industria 5.0, potenziare la ricerca e l'innovazione;

  • migliorare il governo del territorio, investire nella rigenerazione urbana e nella transizione ecologica delle città e delle altre aree territoriali;

  • promuovere la sostenibilità ambientale e sociale nella Pubblica amministrazione, coinvolgere maggiormente i consumatori nell'adozione di comportamenti virtuosi;

  • migliorare il sistema giudiziario, svil​uppare un'etica dell'Intelligenza Artificiale, rafforzare la partecipazione democratica;

  • promuovere la pace, rafforzare la coerenza delle politiche di assistenza allo sviluppo e migliorarne l'efficacia, assicurando la partecipazione della società civile alle scelte.

Le proposte dell'ASviS saranno oggetto di approfondimenti e discussioni durante gli incontri ASviS Live che si terranno il 13, 14, 21 novembre e il 6 dicembre e alla presentazione del 'Rapporto Territori', il 13 dicembre 2023.​


 

 

 

 

“Desiderabili futuri”: presentato il Festival che si terrà a Oristano dal 26 al 29 giugno“Desiderabili futuri”: presentato il Festival che si terrà a Oristano dal 26 al 29 giugnoGP0|#c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f;L0|#0c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f|Benessere;GTSet|#b253f143-abae-47e1-94e1-cfbaaa94c4b42024-05-26T22:00:00.0000000Zhttps://www.fondazioneunipolis.org/news/desiderabili-futuri-presentato-il-festival-che-si-terrà-a-oristano-dal-26-al-29-giugno27/05/2024 07:55:05011354Chi Siamo Attività Progetti Risultati News Eventi Partner Risorse Contatti Quattro giorni di incontri, laboratori, conferenze, visite guidate e spettacoli per immaginare aspx18htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/news/desiderabili%20futuri.png" style="BORDER:0px solid;" />
Unipolis e i CRU Unipol al Festival ASviSUnipolis e i CRU Unipol al Festival ASviSGP0|#c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f;L0|#0c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f|Benessere;GTSet|#b253f143-abae-47e1-94e1-cfbaaa94c4b42024-05-12T22:00:00.0000000Zhttps://www.fondazioneunipolis.org/news/unipolis-e-i-cru-unipol-al-festival-asvis13/05/2024 10:18:2308921Chi Siamo Attività Progetti Risultati News Eventi Partner Risorse Contatti “È il momento di aprire gli occhi Questo l'invito dell'ottava edizione della più grande iniziativa aspx276htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/news/festival%20dello%20sviluppo%20sostenibile.png" style="BORDER:0px solid;" />
Nasce NuoviEquilibri: il nuovo spazio digitale di ForumDDNasce NuoviEquilibri: il nuovo spazio digitale di ForumDDGP0|#c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f;L0|#0c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f|Benessere;GTSet|#b253f143-abae-47e1-94e1-cfbaaa94c4b42024-04-29T22:00:00.0000000Zhttps://www.fondazioneunipolis.org/news/nasce-nuoviequilibri-il-nuovo-spazio-digitale-di-forumdd30/04/2024 15:26:15035955Chi Siamo Attività Progetti Risultati News Eventi Partner Risorse Contatti Online la base del sistema formativo della Scuola per la giustizia sociale e ambientale del aspx338htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/news/nuoviequilibri.png" style="BORDER:0px solid;" />
I precetti della sostenibilità: online la pubblicazioneI precetti della sostenibilità: online la pubblicazioneGP0|#c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f;L0|#0c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f|Benessere;GTSet|#b253f143-abae-47e1-94e1-cfbaaa94c4b42024-04-16T22:00:00.0000000Zhttps://www.fondazioneunipolis.org/news/i-precetti-della-sostenibilità-online-la-pubblicazione18/04/2024 14:42:54044272Chi Siamo Attività Progetti Risultati News Eventi Partner Risorse Contatti Presentata la pubblicazione sullo stato dell'arte del fenomeno, elaborata da Mario Viviani con il aspx759htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/news/precettidellasostenibilità.png" style="BORDER:0px solid;" />
Al via la Scuola per la giustizia sociale e ambientale del ForumDDAl via la Scuola per la giustizia sociale e ambientale del ForumDDGP0|#c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f;L0|#0c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f|Benessere;GTSet|#b253f143-abae-47e1-94e1-cfbaaa94c4b42024-03-20T23:00:00.0000000Zhttps://www.fondazioneunipolis.org/news/al-via-la-scuola-per-la-giustizia-sociale-e-ambientale-del-forumdd21/03/2024 13:18:39020601Chi Siamo Attività Progetti Risultati News Eventi Partner Risorse Contatti Nasce la scuola per chi è impegnato o vuole impegnarsi nel cambiamento verso un futuro più giusto aspx453htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/news/scuola%20forum%20dd.png" style="BORDER:0px solid;" />
Roma città liberaRoma città liberaGP0|#c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f;L0|#0c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f|Benessere;GTSet|#b253f143-abae-47e1-94e1-cfbaaa94c4b42024-03-18T23:00:00.0000000Zhttps://www.fondazioneunipolis.org/news/roma-città-libera16/05/2024 15:02:46039411Chi Siamo Attività Progetti Risultati News Eventi Partner Risorse Contatti XXIX Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie aspx407htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/news/libera_banner.png" style="BORDER:0px solid;" />
Disponibile online la ricerca “La governance del digitale in Italia”Disponibile online la ricerca “La governance del digitale in Italia”GP0|#c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f;L0|#0c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f|Benessere;GTSet|#b253f143-abae-47e1-94e1-cfbaaa94c4b42024-03-04T23:00:00.0000000Zhttps://www.fondazioneunipolis.org/news/disponibile-online-la-ricerca-la-governance-del-digitale-in-italia20/03/2024 09:25:1807548Chi Siamo Attività Progetti Risultati News Eventi Partner Risorse Contatti È stata pubblicata la ricerca “LA GOVERNANCE DEL DIGITALE IN ITALIA L'indagine mira a indagare la aspx446htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/news/governance.png" style="BORDER:0px solid;" />
Indicatori per una Nuova Economia: partecipa all’indagine onlineIndicatori per una Nuova Economia: partecipa all’indagine onlineGP0|#c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f;L0|#0c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f|Benessere;GTSet|#b253f143-abae-47e1-94e1-cfbaaa94c4b42024-03-03T23:00:00.0000000Zhttps://www.fondazioneunipolis.org/news/indicatori-per-una-nuova-economia-partecipa-all’indagine-onlineFino al 29 marzo sarà possibile compilare il questionario promosso da NeXt per analizzare le abitudini quotidiane degli italiani 04/03/2024 09:34:100614Chi Siamo Attività Progetti Risultati News Eventi Partner Risorse Contatti Dalla sostenibilità alla cultura: fino al 29 marzo è possibile compilare il questionario promosso aspx686htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/news/next_indicatori%20per%20una%20nuova%20economia.png" style="BORDER:0px solid;" />
Pubblicato il nuovo Rapporto Italia GenerativaPubblicato il nuovo Rapporto Italia GenerativaGP0|#c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f;L0|#0c09530dc-18da-40a3-9f7d-30eb251e7e6f|Benessere;GTSet|#b253f143-abae-47e1-94e1-cfbaaa94c4b42024-03-03T23:00:00.0000000Zhttps://www.fondazioneunipolis.org/news/pubblicato-il-nuovo-rapporto-italia-generativaPubblicato il nuovo Rapporto Italia Generativa: al centro la condizione giovanile in Italia e in Europa04/03/2024 15:46:210636Chi Siamo Attività Progetti Risultati News Eventi Partner Risorse Contatti Un lavoro di ricerca che intende contribuire al dibattito sulla questione giovanile, mobilitare aspx615htmlFalseaspx<img alt="" src="/PublishingImages/news/rapporto%20italia%20generativa_roma.png" style="BORDER:0px solid;" />