La scomparsa di Enea Mazzoli

Il 9 agosto è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari Enea Mazzoli, Presidente Onorario del Gruppo Unipol e della Fondazione Unipolis.

Nato ad Argelato (BO) il 1 agosto 1927, laureato in scienze economiche e commerciali, da giovane dirigente socialista partecipa alla ricostruzione della vita democratica del suo paese e della provincia di Bologna, dopo aver collaborato alla Resistenza.

Nel 1952 entra nel Consiglio direttivo della Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue e nel 1974 diviene membro del Consiglio di Amministrazione Unipol. La sua vita e il suo impegno, sin dalle prime attività, sono fortemente segnati dai valori cooperativi, coniugati peraltro con l’attenzione all’ambito imprenditoriale e manageriale. “Secondo noi, un cooperatore che si rispetti, mentre opera diuturnamente come può anche sui piccoli e per i piccoli problemi di ogni giorno, deve pensare in grande” – cosi diceva Mazzoli già nel 1971.

Il 18 luglio 1979 assume la carica di Presidente e Amministratore Delegato di Unipol, per diventarne Presidente Onorario dal 1996 a oggi: 40 anni di perseverante impegno manageriale e sociale. Enea Mazzoli assieme a Cinzio Zambelli guida la compagnia alla quotazione in Borsa. Il 28 luglio 1986 è il giorno del debutto delle azioni Unipol al listino della Borsa di Milano. Molto più di un successo: un trionfo. Le richieste sono quasi 18 volte le azioni offerte e disponibili, ed in poche ore dalle 6.800 lire del prezzo di collocamento si arriva a 16.900 lire.

Grande e duraturo è l’impegno di Mazzoli in ambito internazionale nelle federazioni Europee e Mondiali delle mutue assicurative di cui Unipol è parte (ICMIF, ACME, EURESA). Unipol, con la sua specificità, ha offerto un modello all’economia sociale europea sostenendo a gran voce la forza del codice etico internazionale e del bilancio sociale tra gli associati.

È autore di numerose pubblicazioni, articoli di economia aziendale, saggi, relazioni attinenti il movimento cooperativo, di carattere politico, aziendale, economico, amministrativo, alcuni dei quali sono tradotti in spagnolo, inglese, francese.

La Fondazione Unipolis si unisce alla Comunità Unipol nel ricordare con affetto e ammirazione il pensiero costante del Presidente Mazzoli: “Unipol dimostra che si può fare impresa mettendo al centro della strategia il servizio ai clienti e ai consumatori, il bene comune per le comunità e le imprese che vengono raggiunte”.

Unipolis newsletter
Fondazione Unipolis

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi