Grande successo di pubblico al Festival “Internazionale a Ferrara”

Si è conclusa con un grande successo di presenze la nona edizione del Festival “Internazionale a Ferrara”: 71.000 le persone che hanno partecipato ai 130 incontri e alle oltre 250 ore di programmazione.

Straordinaria partecipazione, in particolare, agli incontri promossi da Unipol e Unipolis, che anche quest’anno hanno confermato la partnership e il contributo al Festival.

Sono stati tre gli appuntamenti di sabato 3 ottobre: al Teatro Comunale “Vecchie e nuove disuguaglianze. Alla scoperta delle ragioni e delle vittime della crisi”, che ha visto protagonisti Maurizio Franzini, docente di Politica Economica all’Università La Sapienza di Roma; Michela Murgia, scrittrice; Chiara Saraceno, sociologa e honorary fellow presso il Collegio Carlo Alberto di Torino. Ha coordinato la giornalista Roberta Carlini.

A seguire, nell’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza, hanno discusso il tema “Condividere è un affare? La Sharing Economy tra innovazione sociale e mercatoAlbert Canigueral, di OuiShare; Christian Iaione, direttore di LUISS LabGov e Gea Scancanello, giornalista e scrittrice. Ha coordinato Marta Mainieri di Collaboriamo.org.

L’ultimo appuntamento della giornata, presso il Cortile del Castello, è stata la presentazione del terzo volume dell’“Atlante delle mafie”, edito da Rubbettino con il contributo di Unipolis, che ha offerto spunto per un dibattito su “Criminalità e potere. I rapporti tra mafie ed economia, tra mercati legali e illegali”, con la partecipazione di Enzo Ciconte, studioso di criminalità organizzata tra i curatori dell’opera; Ettore Squillace Greco, sostituto procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Firenze; Ed Vulliamy, giornalista britannico di The Observer e The Guardian; Pierluigi Stefanini, presidente Gruppo Unipol e Fondazione Unipolis. Ha coordinato Piero Melati, de La Repubblica.

Il quarto incontro, domenica 4 ottobre, al Teatro Nuovo, ha avuto come tema “Com’è bella la città. Tra centro e periferia, la scommessa della rigenerazione urbana” e vi hanno partecipato Stefano Boeri, architetto e docente di Progettazione Urbanistica presso il Politecnico di Milano e Chris Younès, filosofa e docente presso la Scuola Nazionale di Architettura di Parigi-La Villette e la Scuola Speciale di Architettura. Ha coordinato l’incontro Giovanni Campagnoli, autore di “Riusiamo l’Italia” e direttore di politichegiovanili.it.

Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, con i prodotti di Libera Terra, ha condiviso lo spazio gestito da Unipol e da Unipolis, nel cortile del Municipio,  insieme ad Assicoop Modena &Ferrara, l’agente generale di UnipolSai Assicurazioni sul territorio. Per la prima volta, è stato presente C.U.BO – Centro Unipol Bologna con una postazione interattiva touch screen.

Anche quest’anno, il programma dell’edizione 2015 di Internazionale a Ferrara è stato arricchito dalla presenza della carovana di Libero Cinema in Libera Terra, l’iniziativa di cinema itinerante contro le mafie promosso da Cinemovel Foundation, di cui Unipolis è partner istituzionale. Due le pellicole proiettate: venerdì “La zuppa del demonio” di Davide Ferrario e sabato “Let’s go” di Antonietta De Lillo.

 

Fotogallery

Programma degli incontri

Mappa

Programma del Festival

Unipolis newsletter
Fondazione Unipolis

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi