Per un’Europa in linea con l’Agenda 2030:
partito il Festival ASviS

A ridosso del rinnovo del Parlamento europeo, il primo appuntamento del Festival dello Sviluppo Sostenibile non poteva che essere un evento dedicato al futuro del nostro Continente. Infatti, le proposte dell’ASviS sono state illustrate durante la conferenza internazionale “Per un’Europa campionessa mondiale di sviluppo sostenibile” (Roma, Auditorium Parco della Musica) alla quale hanno partecipato, tra gli altri, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco.

“I prossimi mesi saranno cruciali per il futuro dell’Europa – ha sottolineato il Presidente dell’ASviS Pierluigi Stefanini e confidiamo che i neoeletti al Parlamento e alla Commissione, compresi i rappresentanti italiani, realizzino politiche in grado di far avanzare l’Unione europea verso i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile. Oggi ci sono forti ritardi e grandi disuguaglianze tra Paesi, che mettono a rischio la coesione sociale”.

Le proposte presentate dall’Alleanza sono in linea con quanto già espresso dal Parlamento europeo, dal Consiglio europeo e dal Comitato economico e sociale, i quali hanno:

  1. indicato l’Agenda 2030 come riferimento per le politiche europee del prossimo quinquennio;
  2. richiesto una modifica dei sistemi di governance (compreso il “Semestre europeo”) per monitorare il cammino verso i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile, coordinare le politiche settoriali e creare un sistema di “valutazione di sostenibilità” delle nuove proposte legislative;
  3. proposto di designare, nella nuova Commissione europea, un vicepresidente responsabile dell’integrazione delle politiche per la sostenibilità;
  4. suggerito di orientare il bilancio Ue 2021-2027 alla realizzazione dell’Agenda 2030.

Come ha ribadito il Portavoce di ASviS, Enrico Giovannini: “Tutte le istituzioni europee hanno già indicato l’Agenda 2030 come quadro di riferimento per il futuro dell’Unione. Ora bisogna passare dalle dichiarazioni ai fatti concreti. Migliorare il funzionamento delle istituzioni europee per realizzare appieno gli obiettivi dell’Unione europea descritti nell’articolo 3 del Trattato, che cita esplicitamente lo sviluppo sostenibile ben due volte. Le proposte dell’ASviS e le altre presentate durante l’evento di oggi sono concrete, realizzabili e rilevanti per imprimere un’accelerazione al cammino dell’Europa verso lo sviluppo sostenibile. L’Alleanza continuerà a lavorare con le altre organizzazioni della società civile europea per realizzare un cambiamento positivo per l’Europa e i suoi cittadini”.

Il prossimo appuntamento nazionale dedicato a “Le imprese e la finanza per lo sviluppo sostenibile. Opportunità da cogliere e ostacoli da rimuovere” si svolgerà il 28 maggio a Milano presso l’Auditorium Assolombarda.

 

Sito Festival Sviluppo Sostenibile

Unipolis newsletter
Fondazione Unipolis

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi