Istituita la giornata nazionale per le vittime delle mafie

L’istituzione del 21 marzo come Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie è per Libera motivo di soddisfazione. Quest’importante obiettivo impone però adesso uno scatto nell’attuare quelle direttive che, anche a livello europeo, garantiscono norme minime in materia di diritti, assistenza e protezione delle vittime e dei loro famigliari.

Sono alcuni passaggi della dichiarazione con la quale Don Ciotti, fondatore e presidente di Libera, ha accolto l’approvazione definitiva da parte della Camera dei deputati della proposta di legge già votata all’unanimità dal Senato il 17 marzo 2016.

La legge è composta da un articolo unico. Il comma 1 individua nel 21 marzo la Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie. La data scelta corrisponde alla giornata in cui si celebra dal 1996 la Giornata della memoria e dell’impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie, promossa dall’Associazione Libera sotto l’Alto patronato della Presidenza della Repubblica e in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca.  Il comma 2 stabilisce che la Giornata nazionale non determina gli effetti civili di cui alla legge 27 marzo 1949, n. 260, ossia non costituisce festività nazionale, né comporta riduzione di orario degli uffici pubblici e per le scuole.  Il comma 3 prevede che, in occasione della Giornata nazionale, gli istituti scolastici di ogni ordine e grado promuovono, nell’ambito della propria autonomia e competenza, nonché delle risorse disponibili a legislazione vigente, iniziative volte alla sensibilizzazione sul valore storico, istituzionale e sociale della lotta alle mafie e sulla memoria delle vittime delle mafie.

Al fine di conservare, rinnovare e costruire una memoria storica condivisa in difesa delle istituzioni democratiche, possono essere altresì organizzate manifestazioni pubbliche, cerimonie, incontri, momenti comuni di ricordo dei fatti e di riflessione, nonché iniziative finalizzate alla costruzione, nell’opinione pubblica e nelle giovani generazioni, di una memoria delle vittime delle mafie e degli avvenimenti che hanno caratterizzato la storia recente e i successi dello Stato nelle politiche di contrasto e di repressione di tutte le mafie.

Fondazione Unipolis – che da anni è al fianco di Libera e partecipa attivamente alla Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie celebrata ogni 21 marzo – esprime soddisfazione per questo importante risultato e ribadisce l’impegno per affermare la cultura della legalità.

 

Sito Libera

 

Unipolis newsletter
Fondazione Unipolis

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi