Folli contro la mafia

Il consorzio Libera Terra Mediterraneo aderisce al progetto “Mad in Italy” e si racconta sulla sua piattaforma on-line, nata per valorizzare, promuovere e far conoscere le idee imprenditoriali di successo realizzate in Italia. Il sito web dà spazio a tutti coloro che si sentono “mad”, ossia un po’ folli per la creatività della propria idea imprenditoriale e per il fatto di aver deciso di realizzarla in Italia.

La vera follia è pensare che le mafie non possano essere sconfitte: ne sono convinti tutti i membri di Libera Terra Mediterraneo e per questo si impegnano ogni giorno in una battaglia difficile da vincere, ma non impossibile. Come racconta su Mad Gianluca Faraone, presidente della Cooperativa Placido Rizzotto e responsabile di Libera Terra Mediterraneo, “fondare un’associazione come Libera sembrava davvero qualcosa di folle, soprattutto in determinati territori dove storicamente la presenza istituzionale era stata del tutto nulla o, addirittura, in alcuni casi connivente con il potere mafioso. Libera nacque sulla base di questa intuizione, partendo dal presupposto che ciascun cittadino, indipendentemente dal suo ruolo e dalla sua posizione sociale ed economica, potesse e dovesse fare qualcosa, dovesse impegnarsi nella lotta alla criminalità organizzata”.

Un progetto che forse così folle non era, visto che oggi Libera Terra Mediterraneo dà lavoro a più di 100 persone, gestisce oltre 600 ettari e nel 2010 ha raggiunto un fatturato di 4 milioni di euro. Cifre importanti in territori difficili ed economicamente depressi, dove molte aziende oggi chiudono anziché aprire

Leggi il testo completo dell’intervista a Gianluca Faraone su Mad

Unipolis newsletter
Fondazione Unipolis

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi