“Ladri di biciclette”? Solo al cinema

Le biciclette sono sempre più oggetto di desiderio – lo dimostra Il fatto che il 2012 è stato l’anno nel quale sono stati più gli italiani che hanno acquistato le due ruote a pedali rispetto a quelli che hanno comprato un’auto – ma, purtroppo, sono anche sempre più soggette a furti.

Il Gruppo Unipol e la Fondazione Unipolis – impegnata con il progetto Sicurstrada a promuovere  la sicurezza e la mobilità sostenibile – sono presenti e sostengono “Ladri di biciclette. Ieri, oggi. E domani?”giovedì 21 novembre 2013, Acquario Civico di Milano, viale G.B.Gadio 2  –  il convegno nazionale promosso dalla Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB)  che, per la prima volta in Italia, si occupa del diffuso fenomeno dei furti delle due ruote e delle sue conseguenze sociali ed economiche nel nostro Paese.

Infatti, la sicurezza dei ciclisti e dei loro mezzi sono questioni sulle quali è necessario porre rinnovata attenzione: secondo i dati più recenti, nel 2012 è ulteriormente aumentato il numero delle vittime e dei feriti fra i ciclisti coinvolti in sinistri, a fronte della diminuzione di quello complessivo riguardante tutte le tipologie coinvolte in incidenti stradali. Per queste ragioni risulta sempre più necessario aumentare la loro sicurezza, anzi le loro sicurezze. 

Tra Unipol e FIAB esiste una collaborazione consolidata avendo, quest’ultima, da tempo sottoscritto una convenzione per specifiche coperture assicurative dei propri associati. Una condivisione che riguarda i valori e gli obiettivi. Infatti, il contrasto del furto di biciclette e la tutela dei ciclisti rientrano, a pieno titolo, nell’ambito di quell’attenzione alle persone coerente con i principi che hanno caratterizzato il Gruppo Unipol nei suoi cinquant’anni di vita e di attività imprenditoriale, svolti all’insegna della responsabilità sociale, economica e civile.
In particolare, Unipol, in quanto gruppo assicurativo, propone prodotti e servizi specifici in grado di garantire i ciclisti e le loro bici, coprendo la Responsabilità Civile, gli infortuni occorsi al ciclista nella sua circolazione nei percorsi casa-lavoro e nel tempo libero e, con la polizza sull’abitazione, il rischio di furto sia all’ interno che nelle sue pertinenze.

Per parte sua Unipolis, col progetto Sicurstrada, ha scelto di fare della sicurezza stradale e della mobilità sostenibile uno degli assi portanti della sua attività, mettendo al centro della propria azione l’attenzione sull’utenza debole della strada come, appunto, i ciclisti  ed i pedoni,  con un impostazione e un approccio che riguardano da un lato la necessità del pieno rispetto delle regole della circolazione stradale e di una guida corretta, da parte di tutti; dall’altro, insistono sulla presa di coscienza dell’importanza di sviluppare un nuovo tipo di mobilità, soprattutto nei nostri centri urbani – sempre più intasati dal traffico e dove continuano a verificarsi oltre i tre quarti degli incidenti stradali – con la realizzazione di piste ciclabili in sede protetta, l’aumento del bike sharing, insieme all’estensione delle zone a traffico limitato; ridurre i limiti di velocità a 30 km orari, potenziare il trasporto pubblico e quello condiviso (car sharing e car pooling).

 

Programma del convegno

 

 

Unipolis newsletter
Fondazione Unipolis

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi