Impresa e innovazione

Giovedì 18 settembre, ore 10.30
La Triennale, Viale Alemagna n. 6 – Milano

 

Impresa e innovazione – Scenari e sfide per l’assicurazione del futuro

Negli ultimi anni si è assistito a un cambiamento significativo in merito all’utilizzo dei beni, confermando le teorie esplicitate nell’ “Era dell’accesso” proprio da Jeremy Rifkin, con il passaggio sempre più diffuso dalla proprietà alla presa in affitto o noleggio, in funzione delle effettive necessità. In questo quadro si vanno consolidando comportamenti e modalità di relazione riconducibili a modelli più collaborativi, di rinnovato mutualismo anche spontaneo.

Si assiste così alla nascita di nuove esperienze partecipative e collettive, con il passaggio da logiche esclusivamente individualistiche ad altre più condivise: meno “io” e più “noi”. Sharing economy, Collaborative economy, Circular economy, big data, open data: si tratta di fenomeni in rapida evoluzione che chiamano il modo economico e quello assicurativo in particolare a migliorarsi per comprendere i nuovi bisogni e le nuove esigenze, al fine di sviluppare il proprio ruolo sociale e di offrire sicurezza e benessere alle comunità.

È una sfida che il Gruppo Unipol intende cogliere pienamente, in coerenza con la propria tensione all’innovazione e al futuro. Per questo, organizza il presente incontro in occasione della presentazione del Bilancio e del Piano di Sostenibilità.

 

PROGRAMMA

Lectio Magistralis di Jeremy Rifkin

 

Commentano

Carlo Ratti, Direttore del MIT Senseable City Lab

Massimo Russo, Direttore Wired Italia

Carlo Cimbri, Amministratore Delegato Gruppo Unipol

Coordina Sebastiano Barisoni, ViceDirettore Radio24

 

 

Unipolis newsletter
Fondazione Unipolis

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi